Home » Recensioni » Consigli di lettura » Qualcosa da condividere

Qualcosa da condividere

Una passione, la letteratura, e il desiderio di viverla assieme ad altri. La decisione di creare un blog è tutta qui. Nasce da un’idea tanto semplice quanto accattivante: mettere la mia conoscenza dei libri “al servizio” di chiunque voglia sfruttarla. Avete voglia di leggere ma non sapete bene su cosa orientarvi? Scrivetemi. Volete regalare un libro ma l’indecisione vi attanaglia? Datemi le “coordinate” del destinatario e avrete un suggerimento di lettura. Poi, se vi va, potremo usare questo spazio per discutere del consiglio e scoprire quanto ha colto nel segno.
Siete troppo pigri per scrivere? Niente paura, approfittate dei pareri (non voglio parlare di recensioni, sono un appassionato, non un esperto) sui libri che compariranno regolarmente sul blog.
Beh, che altro aggiungere?
Buona lettura

2 commenti su “Qualcosa da condividere”

  1. Grande! Spero questo progetto abbia tanto successo!
    Parlando di romanzi, hai mai letto: Il Segreto del millennio, di Katherine Neville?
    Credo sia interessante anche perché mostra come scrittori maschili e femminili vedono il mondo, e lo descrivono nelle relazioni personali tra i personaggi dei loro romanzi. In inglese si intitola “The eight” come al solito c'è un divario tra i due titoli. Il libro è di 712 pagine, ma si legge piacevolmente in un paio di giorni, ed è basato sul mondo degli scacchi, della storia della Francia del periodo della rivoluzione francese, e del periodo 1973 con OPEC, Unione Sovietica, Stati Uniti e Guerra fredda.
    Mi scuso per ogni refuso, ma oggi la mia segretaria è impegnata e devo schiacciare i tasti, invece che dettare, lo so è terribilmente plebeo.

  2. Plebeo ma nobile a suo modo. Grazie dell'augurio e ancor di più della segnalazione. E per rispondere al tuo quesito, no, non ho letto il libro e non conosco l'autrice. Terrò conto della segnalazione e inserirò l'opera tra quelle da leggere nel prossimo futuro. Ora sono impegnato con Virginia Woolf, poi devo decidere tra almeno quattro opzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *