Home » Recensioni » Fantasy

Fantasy

Recensioni di libri di genere fantasy a cura de “Il Consigliere Letterario”.

Diciannove anni dopo

Recensione di “Harry Potter e la maledizione dell’erede” di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne

J.K Rowling, John Tiffany, Jack Thorne, Harry Potter e la maledizione dell’erede, Salani

Diciannove anni dopo è come se nulla fosse cambiato: la battaglia di Hogwarts, la sconfitta e la morte di Lord Voldemort sono nella memoria di tutti, sono il passato, eppure è come se da quel momento ogni cosa fosse rimasta sospesa, congelata in un presente d’ombra permea di sé ogni cosa. Leggi tutto »Diciannove anni dopo

Il più straordinario dei sogni possibili

Recensione di “Alice nel pese delle meraviglie” di Lewis Carroll

Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie, Newton Compton

Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie, Newton Compton

“Una vena di incoerenza scorre inevitabilmente nella natura stessa del concetto di logica”, scrive Paola Faini nella nota introduttiva ad Alice nel paese delle meraviglie, il capolavoro di Lewis Carroll edito da Newton Compton. Non esiste dunque nulla di universale, una regola riconosciuta, un metro di giudizio accettato e condiviso con il quale misurare la realtà, distinguere quel che è giusto dal suo opposto, separare nettamente la razionalità dalla follia; e così, ecco che ciò che agli occhi di qualcuno (o di molti, o della maggior parte, persino) appare assurdo, possiede invece “una logica ferrea, indiscutibile”.


Leggi tutto »Il più straordinario dei sogni possibili

Come una semplice spettatrice

J.K. Rowling, Harry Potter e la camera dei segreti, Salani

J.K. Rowling, Harry Potter e la camera dei segreti, Salani

È il secondo anno di studi alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts per il giovane Harry Potter e moltissime sono le sorprese che lo attendono, specie se confrontate allo squallore della sua vita da “babbano” in compagnia di zio Vernon, zia Petunia e del loro odioso e viziatissimo figlio Dudley. Leggi tutto »Come una semplice spettatrice

Harry, il mago

Recensione di “Harry Potter e la pietra filosofale” di J.K. Rowling

J.K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, Salani Editore

J.K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, Salani Editore

La consapevole, studiata leggerezza della prosa, l’attenzione, puntuale e gioiosa, nei confronti dei limiti e delle possibilità del linguaggio, le acrobatiche peripezie espressive che hanno il volto semplice del gioco di parole ma nascondono una ricerca rigorosa, l’enorme ricchezza del materiale narrativo, vagliata con puntiglio, selezionata accuratamente e sistematizzata con maestria indiscussa. Leggi tutto »Harry, il mago

Wednesday e gli Dei dimenticati

Recensione di “American Gods” di Neil Gaiman

Neil Gaiman, American Gods, Mondadori

Neil Gaiman, American Gods, Mondadori

Nel sogno, forma perfetta della realtà secondo Jorge Luis Borges, la memoria vive oltre se stessa e abbraccia tanto il finito orizzonte di ciò che è stato quanto l’incommensurabile regione del possibile. Qui, dove ogni cosa ha diritto d’esistere, dove il solo tempo percepito è un’indistinzione di passato e futuro, esistere è insieme nascere e rinascere, venir gettati nel mondo e tornarci, imporsi all’attenzione e manifestarsi al ricordo.


Leggi tutto »Wednesday e gli Dei dimenticati

Il fantasy e la storia possibile

Recensione di “Conan di Cimmeria” di Robert E. Howard

 

Robert E. Howard, Conan di Cimmeria, Editrice Nord

Robert E. Howard, Conan di Cimmeria, Editrice Nord

L’arte, opposta alla vita. E l’avventura, prima sognata sui libri di altri e poi fatta propria, creata in un fiorire continuo di invenzioni, suggestioni e rimandi al mito, per contrastare la fatica dell’esistere con la libertà onnipotente della fantasia, per rendere inviolabile il rifugio costruito con l’immaginazione.


Leggi tutto »Il fantasy e la storia possibile

Giles, il Don Chisciotte che sconfisse il drago

Recensione di “Il cacciatore di draghi” di J.R.R. Tolkien

recensione J.R.R. Tolkien, Il cacciatore di draghi, Bompiani

J.R.R. Tolkien, Il cacciatore di draghi, Bompiani

Una terra che ha il nome fanciullesco e fantastico di Piccolo Regno, un protagonista, che non è altro che un umile contadino eppure si chiama come il più nobile dei nobili, Aegidius Ahenobarbus Julius Agricola de Hammo (“perché in quell’epoca, molto tempo fa […] le persone erano dotate di nomi altisonanti”), una prosa gentile, colma di grazia, di misura, piacevole e rassicurante come una carezza e nello stesso tempo carica di suggestione e mistero come un innocuo segreto sussurrato all’orecchio di un bambino.Leggi tutto »Giles, il Don Chisciotte che sconfisse il drago

Un fiabesco teatro per il libero arbitrio

Recensione di “Lo Hobbit” di J.R.R. Tolkien

Recensione J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit, Adelphi

J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit, Adelphi

Nel dar vita al mondo fantastico, la Terra di Mezzo, che serve da ambientazione per i suoi capolavori letterari, Il Signore degli Anelli (di cui ho già scritto in questo blog) e Lo Hobbit, cronologicamente antecedente al primo sia per stesura sia per intreccio, John Roland Reuel Tolkien non si è limitato a costruire uno scenario per le proprie storie, ha creato dal nulla una realtà articolata e complessa quanto quella in cui viviamo, l’ha rappresentata geograficamente con formidabile accuratezza, l’ha popolata con una moltitudine di razze (ciascuna pensata fin nei minimi dettagli, caratterizzata con precisione e presentata al lettore con seducente maestria), le ha dato radici, un passato, una storia condivisa.


Leggi tutto »Un fiabesco teatro per il libero arbitrio

Il diavolo, beffardo e importuno araldo della verità

Recensione de “Il Maestro e Margherita” di Michail Bulgakov

Michail Bulgakov, Il Maestro e Margherita, Newton Compton

In una Mosca che somiglia all’inferno non stupisce che giunga Satana. Quel che non ci si aspetta, tuttavia, è che lo faccia con la teatralità di un saltimbanco, nei panni di un improbabile mago di nome Woland, esperto di occultismo e circondato da compagni di viaggio a dir poco bizzarri, né che il suo arrivo causi una lunghissima catena di sconvolgimenti.


Leggi tutto »Il diavolo, beffardo e importuno araldo della verità