Vai al contenuto
Home » Recensioni » Romanzi » Pagina 3

Romanzi

Recensioni di libri di genere romanzo a cura de “Il Consigliere Letterario”.

Signori di mezza tacca


Recensione di “Le anime morte” di Nikolaj Gogol

recensione - nikolaj gogol - le anime morte

Nikolaj Gogol, Le anime morte, BUR

Anime. Così erano designati, nella Russia ottocentesca, i servi della gleba, indispensabile forza lavoro a disposizione dei piccoli e grandi proprietari terrieri. Per ciascuna di queste anime, il sistema di tassazione allora vigente prevedeva il pagamento di una tassa di possesso 

Leggi tutto »Signori di mezza tacca

Sulle spalle dei giganti


Recensione di “La misura del mondo” di Daniel Kehlmann

recensione - daniel kehlmann - la misura del mondo

Daniel Kehlmann, La misura del mondo, Feltrinelli

Berlino, 1828. Carl Friedrich Gauss, il più grande matematico del suo tempo, incontra Alexander von Humboldt, esploratore infaticabile, naturalista, geografo. I due sono con ogni probabilità i maggiori pensatori viventi ma non c’è nulla che li unisca, non il carattere, non gli interessi Leggi tutto »Sulle spalle dei giganti

Svelare al mondo


Recensione di “Ragazzo negro” di Richard Wright

recensione - richard wright - ragazzo negro

Richard Wright, Ragazzo negro, Einaudi

“Richard Wright […] è autore di racconti e romanzi condotti sul tema della discriminazione razziale e delle violenze esercitate dai bianchi sui neri degli Stati Uniti d’America. La sua stessa vita è segnata da questa terribile piaga che comporta emarginazione Leggi tutto »Svelare al mondo

I Put a Spell on You


Recensione di “La natura dell’amore” di John Burnside

recensione - john burnside - la natura dell'amore

John Burnside, La natura dell’amore, Fazi

Sembra difficile credere che una parola dal suono così moderno e futile come glamour abbia radici nobili, che richiamano la magia, o per dir meglio l’incantesimo, la malìa che fa sì che colui che ne viene colpito perda se stesso, o forse solo quel che di sé è superfluo, per trovare, chissà, la sua vera natura, la sua assenza, o scoprire un particolare lato che non aveva mai pensato di avere.
Leggi tutto »I Put a Spell on You